La rivoluzione dell'esterno, il pavimento in WPC

21 luglio 2018/0/0
Home / La rivoluzione dell'esterno, il pavimento in WPC / Esterni / La rivoluzione dell'esterno, il pavimento in WPC

Dopo aver scoperto insieme come rinnovare il nostro bagno in 3 passaggi, ora è diventata estate e quindi perchè non dedicarci al nostro spazio esterno? Che si tratti di un piccolo balcone, di un terrazzo oppure di un giardino le modalità si somigliano, come un materiale che da quando in commercio ha accumunato tutte queste espressioni di spazio esterno casalingo. Parliamo infatti del WPC o Wood Plastic Composite, cioè una fibra composita ricavata dall’impiallacciamento di legno e platica, col risultato di ottenere un materiale durevole ma che non risulti sintetico all’occhio ed al tatto.

E’ molto usato in case di lusso come calpestio dei bordo piscina o verande esterne, ma la sua gamma può accontentare tutte le tasche. Si, come tutto esistono delle fasce di prezzo ed il WPC è un materiale che sta riscuotendo molto successo nelle case di tutto il mondo. Parlavamo di spazi esterni, e quindi come non pensare di sfruttare il nostro giardino creando una pedana ricoperta in WPC, che ci consenta di uscire di casa e non dover subito entrare a contatto con la terra ma magari di goderci un tè ed un giornale su una sdraia all’aperto.

moduli-legno-composito-04

Non serve spendere una fortuna, a volte ricoprire il proprio spazio esterno significa installare 2 o 3 mq di WPC, una spesa in questo caso che ci permetta di mirare anche alle fasce di prezzo un pò più alte trattandosi di uno spazio ridotto e quindi di un investimento calcolabile. Al contrario un grosso spazio esterno come la piscina citata in precedenza farà fruttare le cifre del nostro pavimento in WPC, che a quel punto vedrà costretto il fornitore a dedicarci uno sconto bello consistente.

Non importa quale sarà la spesa, l’importante è cosa vedranno i nostri occhi, uno spazio esterno rinnovato e pulito, facile da pulire e resistente, finalmente da vivere senza problemi insieme ai nostri cari.

Navigation